(+39) 348 9268274
Home

Movimento

Fisiologicamente, l’occhio è strutturato per muoversi, in modo naturale e continuo.  Un occhio emmetrope compie fino a 3600 movimenti saccaridi al minuto. Tutto quello che ci circonda si muove con noi ed in senso opposto a noi (movimento apparente).  Se riflettiamo sul nostro quotidiano, tuttavia, ci accorgiamo che passiamo la maggior parte del tempo mantenendo i nostri occhi fissi, concentrati su uno spazio limitato: la pagina di un libro, il quaderno di scuola, lo schermo del telefonino, del computer o del televisore.

medoto bates funciona

Ma c’è di più.  Quando si fissa, non si battono le palebre, si trattiene il respiro, si assume un atteggiamento rigido. Quanto più una persona soffre di disturbi visivi, notò il dr Bates, tanto più questa fissità diventa manifesta.  L’assenza di movimento comporta un marcata tensione oculo-muscolare e accompagna spesso uno stato di rigidità, paura di affrontare il cambiamento, necessità di fare affidamento su “punti fermi”.  Ecco che allora si soffre di nausea o mal di moto perché si vuole bloccare tutto.  È un atteggiamento tipico di chi porta gli occhiali, in particolare dei miopi.  Invece tutto è in movimento, e lo sappiamo almeno i dai tempi di Eraclito. Tutto cambia!

INDIETRO

CONTATTI





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

e mentre mi scrivi…stimola la tua visione periferica

Ringraziamenti

Carlo Campomagnani, Theo Sabiote Gruen, Patricia González-Cámpora, Alessandro Lindiri, www.dreamstime.com, Airam Hernández, Rosa Roedelius per la foto dal Bühnenbild Festival More Ohr Less a Lunz am See (www.rosaroedelius.com), Kevin Burg e Jamie Beck (www.cinemagraphs.com).